Ultima modifica: 5 Settembre 2020
Istituto Comprensivo Statale "Dante Alighieri" > In Evidenza > Norme generali per accesso a scuola e gestione sintomi COVID (Circ. n. 012)

Norme generali per accesso a scuola e gestione sintomi COVID (Circ. n. 012)

Circ. n. 012 del 05/09/2020 (versione pdf)

Si riportano le principali regole in vigore per la gestione dell’emergenza COVID e, in particolare, per quel che riguarda l’accesso ai locali scolastici e gli obblighi, per la scuola e per la famiglia, per la gestione dei sospetti casi di infezione da COVID-19.

Allegati:

Requisiti di accesso

Per alunni, genitori o persona delegata, personale docente e non docente, visitatori, vige il divieto di accesso nelle strutture scolastiche, con l’obbligo di restare al proprio domicilio nei seguenti casi:

  • in presenza di temperatura oltre i 37,5 °C, o di altri sintomi simil-influenzali, provenienza da zone a rischio;
  • essere stati a contatto con persone positive al virus nei 14 giorni precedenti;
  • essere caso confermato di COVID-19.

In ciascuno dei casi l’accesso è consentito solo a conclusione della quarantena e previo certificato di fine isolamento rilasciato da ATS.

Le famiglie hanno l’obbligo di provvedere autonomamente a misurare la temperatura dei propri figli prima di recarsi a scuola.

Principi di contenimento del rischio COVID-19

È obbligatorio, per chiunque entri negli ambienti scolastici, adottare precauzioni igieniche e l’utilizzo di mascherina. L’uso della mascherina non è obbligatorio per i bambini frequentanti la scuola dell’infanzia.

Gli alunni maggiori di 6 anni dovranno recarsi a scuola con una mascherina chirurgica o di comunità di propria dotazione. Le famiglie avranno cura di garantire che l’alunno abbia sempre a disposizione, nel proprio materiale, una mascherina di scorta.

Il personale impegnato con bambini portatori di disabilità utilizzerà, oltre che la mascherina, anche una visiera trasparente per proteggere occhi, viso e mucose.

I Dispositivi di Protezione Individuali (DPI) utilizzati devono corrispondere a quelli previsti dalla valutazione del rischio. Guanti, mascherine, e DPI monouso andranno dismessi negli appositi contenitori per rifiuti indifferenziati a disposizione nei plessi.

Le misure di contenimento del rischio di esposizione al Coronavirus non possono prescindere da alcune basilari misure di igiene e prevenzione, quali:

  1. Lavaggio frequente delle mani con acqua e sapone o con gel idroalcolico:
  2. Prima di entrare in classe
  3. Dopo l’utilizzo dei servizi igienici
  4. Dopo aver utilizzato e buttato il fazzoletto di carta in appositi raccoglitori
  5. Prima di accedere ad altri locali (es. palestra, laboratori)
  6. Prima e dopo il pranzo
  7. Garantire una buona igiene respiratoria, incoraggiando e verificando l’utilizzo dei fazzoletti di carta monouso per le secrezioni respiratorie. I fazzoletti usati dovranno essere smaltiti negli appositi contenitori per rifiuti indifferenziati presenti in aule, corridoi, servizi igienici, uffici e in ogni altro ambiente della scuola;
  8. Frequente aereazione dei locali
    Sarà cura dei collaboratori scolastici aerare frequentemente i corridoi e fare in modo che le finestre di bagni, spogliatoi e ripostigli siano costantemente aperte durante l’orario di funzionamento dei plessi.
    In ogni altro ambiente (aule/uffici), laddove non sia possibile tenere costantemente aperte le finestre, sarà cura dei presenti aerare il locale per almeno 5 minuti ogni mezz’ora. Durante la ventilazione dei locali è necessario chiudere le porte interne all’edificio onde limitare la diffusione di inquinanti tra ambienti adiacenti.
  9. Allontanare le persone con sintomi sospetti
  10. Garantire il distanziamento e l’organizzazione dei gruppi, come da indicazioni ministeriali.

Il rispetto delle norme di distanziamento fisico è un importante obiettivo a cui collaborano, compatibilmente con il grado di autonomia e di consapevolezza proprio della loro età, tutti gli alunni.

La corretta applicazione delle misure di distanziamento e di protezione può contribuire a contenere il numero di persone da eventualmente porre in quarantena.

Allontanamento delle persone con sintomi sospetti

I sintomi più comuni di COVID-19 nei bambini sono:

  • temperatura > 37.5 °C
  • tosse
  • cefalea
  • sintomi gastrointestinali (nausea/vomito, diarrea)
  • mal di gola
  • dispnea
  • mialgie
  • rinorrea/congestione nasale.

L’alunno/a con sintomi sospetti:

  1. verrà separato immediatamente dalla classe, in seguito a segnalazione dell’insegnante di classe/sezione ai collaboratori scolastici;
  2. verrà dotato di mascherina chirurgica (se maggiore di 6 anni e se tollerata).
  3. verrà posto in un locale isolato, appositamente individuato in ogni plesso e non utilizzato per altri scopi

I genitori dell’alunno verranno avvisati della disposizione di allontanamento e dovranno provvedere a ritirare l’alunno.

In attesa dell’arrivo dei genitori, l’alunno sarà sorvegliato da un adulto (individuato tra il personale scolastico) che sarà dotato di mascherina e dovrà mantenere una distanza minima di 2 metri. Per i bambini della scuola dell’infanzia o per gli alunni in condizioni particolari che non consentono distanziamento, l’adulto dovrà indossare anche una visiera e i guanti.

Al momento del ritiro dell’alunno, alla famiglia verrà consegnato il modulo di “Disposizione di allontanamento” (vedere allegato 1), con l’impegno/responsabilità da parte dello stesso a contattare tempestivamente il Medico curante per necessari approfondimenti.

Spetta al Pediatra di Libera Scelta (PLS)/Medico di Medicina generale (MMG), se il sospetto è confermato, richiedere il test diagnostico e fare la segnalazione al Dipartimento di Igiene e Prevenzione Sanitaria dell’ATS di Bergamo.

Operatore con sintomi sospetti

  • verrà allontanato immediatamente dalla scuola ed invitato a recarsi al proprio domicilio con proprio mezzo e con mascherina chirurgica. In caso di impossibilità, la scuola provvederà al trasporto al domicilio in sicurezza;
  • prima dell’allontanamento, gli verrà consegnato, da parte di un operatore dotato di mascherina FFP2, il modello di “Disposizione di allontanamento” con l’impegno/responsabilità da parte dello stesso a contattare tempestivamente il Medico curante per i necessari approfondimenti e la conseguente segnalazione, se pertinente, all’ATS.
  • Spetta al MMG, se il sospetto è confermato, richiedere il test diagnostico e fare la segnalazione al DIPS dell’ATS.

Assenza da scuola di alunno/operatore scolastico per sintomatologia compatibile con COVID-19

L’alunno/operatore con comparsa di sintomi sospetti deve:

  • restare a casa;
  • contattare il proprio pediatra o medico di medicina generale;
  • comunicare l’assenza scolastica per motivi di salute.

Spetta al medico/pediatra valutare la richiesta del test diagnostico e fare la segnalazione al Dipartimento di Igiene e Prevenzione Sanitaria dell’ATS di Bergamo.

Per il rientro a scuola dopo allontanamento/assenza per malattia infettiva, personale ed alunni:

  • se risultati positivi all’infezione da COVID-19, devono presentare la certificazione di fine isolamento rilasciata dall’ATS, da cui risulta l’avvenuta negativizzazione tramite test molecolari (tamponi);
  • se contatti di casi COVID-19 devono presentare la certificazione di fine isolamento rilasciata dall’ATS, da cui risulta assenza di infezione, accertata con tampone, dopo la quarantena prevista;
  • se affetti da malattia infettiva diversa da COVID, devono presentare il certificato medico di guarigione, rilasciato dal proprio medico/pediatra, attestante la riammissione in comunità.